Dare per capitalizzare


Il vero valore è determinato da quanto più valore si dà rispetto a quanto se ne riceve

Non ci crediamo molto o non ci facciamo caso, ma le convinzioni trasmesse da Burg e Mann nel loro famoso libro “Vai e Dai” e anche da Buffet sono coerenti ed efficaci per ottenere realmente successo personale e professionale. Aiutando gli altri ad ottenere ciò che vogliono otteniamo ciò che noi desideriamo. La parabola del business è infatti sorprendente e sottostà a leggi del successo che spesso sottovalutiamo. Gli altri di fatto ci trattano più o meno come ci aspettiamo e come noi stessi ci approcciamo a loro. Dare è quindi il modo più efficace per ottenere.

Dare predispone a fare

I motivi per cui aiutare gli altri ad avere successo avrà ottimi risvolti per il nostro di successo sono sia immateriali e comportamentali, sia estremamente pratici. Se fatichiamo a vedere le motivazioni –chiamiamole– ontologiche o etiche del bene comune che circola, limitiamoci ad osservare i concretissimi e convincenti risvolti pratici. Aiutare gli altri a:

  • lavorare bene

  • in ambiente lavorativo favorevole

  • con strumenti adeguati

  • stare bene

  • sentirsi stimati

  • essere stimolati e coinvolti in progetti di crescita

spinge necessariamente ad attuare azioni costruttive e coinvolgenti che non possono che portare buoni frutti per tutti.

Ma cosa dare? Molto e di qualità

Si parla sempre più in termini di “service orientation”, vediamo come intenderla e come metterla a frutto in un circuito favorevole di ritorno.

  • Attenzione e pazienza – Sono forse le prime che possiamo e dobbiamo dare alle persone e tanto più a collaboratori e clienti. Troppo spesso perdiamo occasioni di conoscenza e di lavoro perché siamo frettolosi e non approfondiamo argomenti e situazioni.

  • Comunicazione e positività – Prendiamoci il tempo necessario per dialogare con un collaboratore o un partner lavorativo, non limitiamoci a domande superficiali: se abbiamo bisogno di informazioni utili chiediamole e molto probabilmente potremo darne a lui. Uno scambio porta sempre a nuovi progetti. Soprattutto ricordiamoci di essere positivi e propositivi.

  • Collaborazione e disponibilità – Si arriva così al punto: collaborare ed essere aperti a dare, porta sempre dei ritorni perché il nostro interlocutore –conoscente, collaboratore, cliente–

  • si sente a proprio agio

  • capisce che riconosciamo il valore suo e delle sue idee e progetti

  • è disponibile a propria volta ad investire tempo e poi risorse in un rapporto lavorativo

Ecco perché si parla, a ragion veduta, della importanza di dare, di trasmettere valore, perché in qualche modo sempre se ne riceve in cambio in termini di contatti, di informazioni, di disponibilità e di fiducia nella collaborazione, di denaro per progetti e attività.


14 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti